Come creare un blog di successo: tutto quello che c’è da sapere

Vota il post
Sempre più scuole propongono alle loro classi di creare un blog di gruppo dove inserire post sulle esperienze di studio, ma anche lezioni e altro ancora. La professoressa.it è un blog e noi lo abbiamo creato seguendo delle semplici regole che in poco tempo vi faranno ottenere il successo sperato.

Creare un blog offre infinite possibilità a chi lo cura, anche professionali. Non bisogna essere un genio del computer per cominciare, basta avere pazienza e voglia di imparare e ovviamente seguire le regole che stiamo per elencarvi.

Prima di tutto occorre sapere che non siete gli unici ad avere questa idea: i blog creati ogni mese sono circa 5 milioni e per distinguersi serve comprendere che bisogna investire, anche una piccola cifra (3 euro circa al mese, per esempio), ma occorre investire.

Un blog di successo e quindi un blog che porta ricavi a chi lo cura deve potere contare su un piccolo investimento iniziale. Salvatore Aranzulla ha cominciato con poco e adesso guadagna più di un milione di euro l’anno.

Il primo passo è l’acquisto di uno spazio web e di un dominio, certo, potreste utilizzare uno spazio gratuito, uno dei cento offerti online, ma sarete limitati moltissimo. Con quegli spazi non ci si arricchisce certamente.

Noi ci basiamo sull’esperienza di La professoressa.it: il primo anno abbiamo investito 60 euro, oggi abbiamo ampiamente recuperato e superato quella cifra con i ricavi. Noi abbiamo acquistato uno spazio web su Siteground che è il web hosting più utilizzato dai blog di successo, il migliore in circolazione per quanto riguarda il rapporto qualità-prezzo.

Perché acquistare un web hosting?

Perché è indispensabile. Serve uno spazio dove piazzare il vostro blog, un blog che sia solo vostro e senza limiti imposti da chi offre spazi gratuiti. All’interno di Siteground, in cinque minuti, potrete installare la piattaforma con cui creare il blog, che sia WordPress (noi usiamo WordPress che è il migliore per chi come noi non conosce i linguaggi di programmazione) o Joomla.

Grazie a questo link potrai acquistare uno spazio web al 50% di sconto, dagli un’occhiata, ci darai ragione. Acquistato lo spazio web, Siteground ti omaggia un dominio gratuito: scegli il nome da dare al tuo blog e privilegia il .com oppure il .it.

Installa WordPress (è gratis!): poi utilizzando i modelli offerti da WordPress inizia a lavorare sulla parte tecnica che è quella più divertente e semplice. Una volta costruito lo scheletro del blog, usa i social network per acquisire visite: ricorda, in un mondo, quello del web, dove si lavora a discapito della qualità, tu scrivi post di livello, quelli verranno apprezzati sempre.

Utilizza un linguaggio adatto al target dei tuoi lettori, definisci il pubblico del tuo blog. Condividi i tuoi post su Facebook, Google Plus e crea una rete di link interni che ricolleghino il lettore da un post all’altro per aumentare le visite.

Ottimizza i tuoi contenuti e fai in modo che Google li indicizzi attraverso un buon plugin Seo (a proposito, una volta installato WordPress, vi consigliamo di installare il plugin SEO Yoast, che è gratuito e vi aiuterà nell’indicizzazione dei vostri post).

Questo è solo un breve testo-guida da seguire, ma un grande viaggio inizia sempre con un piccolo passo. Seguite queste indicazioni per cominciare e avrete il vostro blog personale o magari di classe, così da aiutare insegnanti e alunni ad essere ancora più vicini.

Se avete trovato utile questo post, fate un favore alla professoressa. Condividete e lasciate un piccolo mi piace sulla nostra pagina.